Amici di Casa Mihiri onlus nasce nel 2004 da un gruppo di giovani volenterosi di Rovereto, che dopo un viaggio in Sri Lanka e la conoscenza di Lorenzo Bacci e Lucilla, hanno deciso di portare a conoscenza del territorio regionale e non, questo mondo di speranza e luce. Nel corso del tempo l’associazione si fa conoscere per attività, manifestazioni, eventi importanti, attivismo e gioia nel promuovere.

Al 2013 questo gruppo conta nove anni di notizie felici, raccolte fruttuose, numerosi sostenitori ed adozioni a distanza che sono sempre essenziali per la buona riuscita di ogni progetto e che, ovviamente, non bastano mai.
Nove anni di attività, un numero che per simbologia riporta più volte alla donna, dai mesi di gestazione, a Dante, che lo identifica con Beatrice incontrata per la prima volta proprio a quella tenera età, fino alla Smorfia, il cui numero indica la figliolanza.

Non è forse un caso, quindi, che quest’anno, il progetto finanziato dal gruppo, sia rivolto alle giovani donne presenti a Casa Mihiri ed al loro futuro, come dice il titolo stesso: progetto “Donne al futuro“, per il quale sono state proposte molte iniziative, come la promozione del 5×1000, il consueto pranzo tenutosi 19 maggio, e altri che verranno proposte a novembre e dicembre (Merenda al Casteller il 17 novembre e apericena a Rovereto con data da definirsi in dicembre) oltre a molti altri eventi sul territorio di cui potrete leggere in seguito. Ma sono le parole di Debora, che aprono questa relazione, parole che più di numeri e date possono spiegare cosa sia Casa Mihiri.
Buona lettura.

 

relazione2013