NOPPAW per ROVERETO

Il “Comitato trentino NOPPAW” promuove il giorno 6 aprile p.v. alle ore 20,45 una manifestazione nella Sala Filarmonica di Rovereto, perseguendo quel progetto educativo di “fare rete tra le associazioni di volontariato per fare solidarietà”.
Con la manifestazione/concerto, al quale parteciperà il gruppo SHEBA, il CtN aderisce e sosterrà l’iniziativa del “Fondo straordinario di solidarietà a sostegno di persone e famiglie in difficoltà”, promossa dal Consiglio decanale di Rovereto.

Si ritiene che l’evento abbia fondamentale importanza sia per l’aiuto concreto che si rivolgerà alle persone in grave difficoltà nella Decanato di Rovereto, sia per il progetto che il Comitato sta perseguendo fin dalla sua nascita fare solidarietà vicina e lontana, uscendo dai confini dei Paesi in Via di Sviluppo, ai quali solitamente le associazioni proponenti si rivolgono, dando visibilità alla progettualità nel e per il Trentino non meno importante in questo periodo di urgente bisogno. Un evento di appoggio che rivolgerà la propria attenzione alla “solidarietà vicina”, nella convinzione che la prima solidarietà si fa nella propria casa e poi oltre i confini ove vi sia la necessità.

Comitato trentino NOPPAW: Associazione Amici di Casa Mihiri, Associazione Africa Tomorrow, Associazione Il Melograno, Associazione Spagnolli-Bazzoni, Gruppo Autonomo Volontari per la Cooperazione  e lo Sviluppo del Terzo Mondo

 

 

 

noppaw-per-rovereto

Relazione 2012 di Mario Liberali

Un altro anno è trascorso da quando nel 2004 è nato il progetto Amici di Casa Mihiri, poi formalizzatosi nel 2007 con l’iscrizione all’albo delle organizzazioni di volontariato acquisendo la qualifica di ONLUS, organizzazione non lucrativa di utilità sociale. Un anno dove il vostro contributo e la vostra solidarietà, continuano, malgrado “crisi” e tutto ciò che ne consegue, a consolidare obiettivi importanti e, non meno necessario, far nascere sorrisi e speranze.

Il 2012 ha visto la realizzazione, come già avvenuto negli scorsi anni, del Pranzo di primavera Mihiri , tenutosi il 27 maggio, dove Il Presidente Mario Liberali, ha presentato ciò che è stato realizzato in questi anni di attività, menzionando anche la nuova iniziativa e collaborazione con l’associazioneHomexpeoplexhome per il progetto "Abili... diversamente" nel villaggio di Unawatuna - Sri Lanka. Fondamentali gli interventi di Lorenzo Bacci, responsabile in Sri Lanka di Casa Mihiri che ha illustrato la situazione a Casa Mihiri e l’evoluzione dei progetti in Sri Lanka, e dell’Assessore alla Solidarietà internazionale e alla Convivenza della Provincia autonoma di Trento, Lia Giovanazzi Beltrami la cui partecipazione al pranzo e si è conclusa con parole di grande stima per il lavoro svolto.

Un’altra iniziativa di successo è stata l’aperitivo e buffet in giardino con DJ-SET il cui incasso è stato devoluto interamente per il progetto Casa Mihiri e Homexpeoplexhome. Dal 14 al 16 settembre invece, Amici di Casa Mihiri, ha realizzato un corner informativo alla fiera di Bolzano Kreativ, nello stand del pittore Maurizio Boscheri, socio fondatore dell’associazione, dove è stato possibile esporre cartelloni e volantini per promuovere e far conoscere le varie attività proposte, riscontrando molto interesse da parte dei visitatori.

Infine, come nota molto importante, vorremmo ricordare che a gennaio, Yasara, che per sette anni ha vissuto a Casa Mihiri, ha iniziato a lavorare in una farmacia, realizzando così ciò che di più importante si vuole conseguire con questi progetti: una vita normale, che ogni bambina e bambino si meritano, grazie alla possibilità di studiare e di imparare, vivendo in un ambiente sereno, che dimostra come l’amore esista e possa essere per tutti.

 

relazione2012

Aperitivo solidale - Progetto "Abili... diversamente"

Nel 2012, l’associazione “Amici di casa Mihiri” ha ottenuto dalla Provincia autonoma di Trento un co-finanziamento per il progetto di cooperazione internazionale “Abili…diversamente: progetto volto all’implementazione dell’assistenza sanitaria e alla reintegrazione sociale, scolastica e lavorativa, per bambini e ragazzi disabili, centro polifunzionale “Young centre and kids after school”, villaggio di Unawatuna, Sri-lanka”.
Il progetto, della durata di 18 mesi, si realizza nel villaggio di Unawatuna (Distretto di Galle, Sri-Lanka), presso il centro polifunzionale “Young centre and kids after school” dell’associazione “homexpeoplexhome”, partner del progetto.
vedi dettagli del progetto ]

Al fine di promuovere il progetto e di raccogliere fondi è stato organizzato un

Aperitivo Solidale
giovedì 5 luglio 2012 ore 19,00

presso “Le Formichine”, Fondazione Famiglia Materna – via Della Gora 12 – Rovereto TN 
Aperitivo e buffet in giardino con il  DJ-SET  in favore del progetto Casa Mihiri e Homexpeoplexhome, Sri Lanka
L’offerta minima suggerita di partecipazione all’aperitivo e buffet  è di 12 € a persona, che al netto delle spese vive alimentari andrà a totale sostegno del progetto Casa Mihiri e Homexpeoplexhome, Sri Lanka.
Vi preghiamo di confermare in anticipo la vostra partecipazione per meglio organizzarci:
info@amicidicasamihiri.org – tel. 349 4424030.
Comodo parcheggio in piazza Follone.


Pranzo di primavera

Amici di Casa Mihiri ONLUS Vi invita al tradizionale pranzo di primavera presso Centro Didattico Ambientale loc. Magnola di Segonzano – Val di Cembra [TN]:
– ore 12,00: arrivo
– ore 12,30: pranzo (cucinato solo con alimenti biologici certificati).
Partecipazione ad offerta consigliata di 20,00 Euro per gli adulti e di 10,00 Euro per i bimbi (fino a 12 anni);
Pomeriggio:
– news e aggiornamenti sull’attività dell’Associazione a cura del Presidente Mario Liberali;
– situazione a Casa Mihiri e andamento dei progetti in Sri Lanka direttamente da parte di Lorenzo Bacci, responsabile di casa Mihiri;
– Mario Liberali e Stefano Benedetti (associazione partner Homexpeoplexhome) illustreranno il progetto “Abili… diversamente” avviato quest’anno nel villaggio di Unawatuna – Sri Lanka.
Per chi volesse passare un week end immerso nella natura può arrivare già sabato 26 maggio 2011 e pernottare presso la struttura in loc. Magnolia al costo di 20€.
Scarica allegato per maggiori informazioni.

La prenotazione è gradita entro il 15 maggio telefonando a:
MARIO: 349 4424030
PAOLO: 347 0032456
PATRICK: 347 8593902
CRISTINA GOTTARDI: 349 8092260
CRISTINA DELLAMARIA: 347 6475297
ANNALISA: 340 4109059
ALESSANDRA: 328 6111057
MAURIZIO: 349 5654485

Il ricavato, al netto delle spese, verrà inviato in Sri Lanka per le attività e progetti legati a Casa Mihiri ed in caso di mancata partecipazione quanto versato verrà comunque devoluto per intero al progetto.


Lettera di Yasara indirizzata a Casa Mihiri

Yasara è una bimba che ha soggiornato a lungo presso Casa Mihiri e ora ha lasciato la casa per creare una sua vita. Vi riportiamo qui la traduzione della sua lettera, ringraziamento sentito a chi l'ha aiutata.

Cari, a tutti i membri di Casa Mihiri, come state? Io sto molto bene. Spero cosi anche voi.
Sono contenta perchè ho un lavoro in una farmacia (come apprendista). Penso che questo sia importante per la mia nuova vita, penso che anche voi siete contenti.
Prima di tutto devo ringraziarvi tutti voi della Mihiri, Da una parte sono triste di lasciarvi perchè ho passato 7 anni alla Mihiri, dove ho potuto studiare bene. Auguro a tutti una lunga vita.
Mi avete trasmesso cose molto importanti per la mia vita (futuro), educazione, scuola, cibo, vestiti e cure. Sono triste ma voglio andare nel mondo e poterefare delle scelte.
Voglio capire cosa è un uomo cattivo e un uomo bravo, per non sbagliare, spero tornare un giorno come signora.
So che tutti voi ci volete bene, che ci aiutate, mi avete aiutata a crescere.
Grazie Mario, Maurizio, Cristina, Anna perchè siete nei miei pensieri perchè anche voi mi avete aiutata.
Lavoro in una farmacia vicino a Karapitiya, spero che verrete a trovarmi.
Se ho fatto degli errori, vi chiedo scusa.
Sarò brava  e farò del mio meglio, non mi dimenticate.
Grazie di tutto, con amore Yasara
Buona fortuna


Relazione 2011 di Cristina Gottardi

Anche quest'anno grazie al vostro aiuto proseguono i progetti di “Amici di Casa Mihiri onlus” .
Il principale progetto avviato dalla nostra Associazione è Casa Mihiri, la casa famiglia dove attualmente sono ospitate 28 bambine, dai 3 ai 17 anni, orfane o con disagi familiari. [...]
A conferma della qualità dell'assistenza prestata e della gestione accurata, Casa Mihiri nel 2010 ha ricevuto un importante riconoscimento: il Probation Departement del governo dello Sri Lanka ha insignito “Casa Mihiri” quale “Orfanotrofio di categoria A (ottimo)”. Riconoscimento ccezionale che poche strutture a livello nazionale hanno raggiunto. [...]
Oltre alle adozioni a distanza delle bimbe che soggiornano alla Mihiri abbiamo sostenuto altri 29 bimbi che invece vivono nelle rispettive famiglie. [...]
Con i fondi raccolti durante il Pranzo dell'amicizia Mihiri a maggio del 2011 e con la somma versata dalla famiglia Menegoli in memoria di Francesco Menegoli abbiamo realizzato una casetta per la famiglia Samantha J.A Priyangani. [...]
Quest'anno abbiamo ricevuto il primo accredito del 5 per mille relativo all'anno 2009 ben 8.422,16 Euro. Ringraziamo chi ha voluto e vorrà sostenerci attraverso questa formula informando anche amici e conoscenti con il passaparola.

 

relazione2011

Camminare senza confini per la Pace

Due eventi nel segno della solidarietà per la Somalia:
- sabato 24 settembre, alle ore 17, inaugurazione mostra di artisti trentini a cura di Mario Cossali con tematica “L’arte immagina il futuro di tutti”;
- domenica 9 ottobre 2011, Camminare senza confini per la Pace, dal MART alla Campana della Pace con il Nordic Walking. Ritrovo e iscrizione dalle ore 9 e partenza della marcia - con destinazione la Campana della Pace sul Colle di Miravalle - alle ore 10. Nel corso dell'evento, verrà fatta una lotteria, il cui ricavato sarà interamente devoluto per l’emergenza Somalia.

Oltre alla nostra associazione partecipano:
Comitato trentino NOPPAW: Associazione Africa Tomorrow, Associazione Il Melograno, Associazione Spagnolli-Bazzoni, Gruppo Autonomo Volontari per la Cooperazione e lo Sviluppo del Terzo Mondo, Amici dell’Africa onlus.

 

9ottobre2011

Vi aspettiamo!


Pranzo solidale - Un aiuto a Casa Mihiri

Amici di Casa Mihiri ONLUS Vi invita al tradizionale pranzo di primavera presso Centro Didattica Ambientale loc. Magnola di Segonzano Val di Cembra [TN]:
ore 12,30: pranzo (cucinato solo con alimenti biologici certificati).
Partecipazione ad offerta consigliata di 20,00 Euro per gli adulti e di 10,00 Euro per i bimbi (fino a 12 anni)* saranno presenti Lorenzo Bacci e Lucilla Andreanelli, i responsabili di Casa Mihiri in Sri Lanka;
pomeriggio:
- news e aggiornamenti sull'attività dell'Associazione a cura del Presidente Mario Liberali;
- situazione a Casa Mihiri e andamento dei progetti in Sri Lanka direttamente da parte di Lorenzo e Lucilla;
- Agnese Gottardi ci propone LO YOGA DEI BAMBINI (con mamma e papà).
Per chi volesse passare un week end immerso nella natura può arrivare già sabato 28 maggio 2011.
Scarica allegato per maggiori informazioni.

La prenotazione è gradita entro il 15 maggio telefonando a:
MARIO: 349 4424030
PAOLO: 347 0032456
PATRICK: 347 8593902
CRISTINA GOTTARDI: 349 8092260
CRISTINA DELLAMARIA: 347 6475297
ANNALISA: 340 4109059
MAURIZIO: 349 5654485

Il ricavato, al netto delle spese, verrà inviato in Sri Lanka per le attività e progetti legati a Casa Mihiri ed in caso di mancata partecipazione quanto versato verrà comunque devoluto per intero al progetto.


Relazione 2010 di Cristina Gottardi e Paolo Dellamaria

Ci son voluti un po’ di anni di attesa ma alla fine anche Cristina e Paolo sono finalmente arrivati a Casa Mihiri.

“Un insieme di emozioni che non si possono descrivere e non si possono raccontare. Un unico ricordo che dice tutto: grida, sorrisi intensi e tanta, tanta serenità famigliare ………..come possono non colpirti dritto al cuore?
Vedere dal vivo cosa è stato realizzato in questi anni ed ascoltare le parole di Kumudu, Preshanee, Kalum, Lorenzo e Lucilla che ti raccontano delle varie difficoltà che giorno dopo giorno si presentano ma che vengono superate dalle piccole soddisfazioni che ogni bimba regala con un abbraccio, un sorriso, una nuova luce negli occhi, ci ha profondamente ed ulteriormente convinti che “isole” come la Mihiri in una realtà molto difficile e dura come quella dello Sri Lanka, permettono davvero a queste bimbe di avere un luogo sereno dove crescere, imparare e formarsi, socializzare, mantenendo la loro identità (che è di fondamentale importanza), ma creandosi delle basi diverse e più solide per poter avere una vita degna di essere chiamata tale.
L’accoglienza speciale ed indimenticabile che abbiamo ricevuto da tutti, gli abbracci delle bimbe, il paesaggio da incanto, ci hanno fatto “ricordare” cosa significano e quanto siano importanti i veri rapporti umani che troppo spesso nelle nostre realtà fatte di stress, benessere e indifferenza……ci dimentichiamo.
Siamo tornati con uno stimolo in più per diffondere il bisogno di continuare a sostenere casa Mihiri e speriamo attraverso le foto che vedrete e il nostro breve racconto di far vivere anche a voi un pizzico di magica serenità targata Mihiri.
Paolo e Cristina


Relazione del gruppo "Giovani solidali di Rovereto"

Il Comune di Rovereto e la Provincia Autonoma di Trento hanno proposto la quarta edizione del progetto “Giovani solidali: in viaggio alla scoperta della solidarietà”, finalizzato a sensibilizzare ed avvicinare i giovani al volontariato internazionale e alla solidarietà. Il progetto consiste nell’offrire ai giovani residenti in Vallagarina una formazione sui temi del volontariato, solidarietà e mondialità, la possibilità di realizzare una esperienza di volontariato all’estero, presso un’associazione di volontariato internazionale che collabora con l’Assessorato Provinciale, in un paese in via di sviluppo, e la possibilità di testimoniare questo tipo di esperienze sul territorio.
Tre ragazze hanno trascorso questa primavera tre settimane a Casa Mihiri, ecco la loro testimonianza.

Come raccontarvi la nostra esperienza in poche righe?
Sicuramente non è facile…incontrandoci tutte e tre insieme abbiamo deciso di mettere nero su bianco alcuni aspetti di questo viaggio che ci hanno particolarmente colpite.
Ci siamo trovate in una realtà talmente diversa che ci è voluta almeno una settimana per adattarcisi: diversa per colori, odori, rumori (un traffico pazzesco e una guida spericolata che ci ha lasciate basite e stupite,tanto che ancora adesso ci chiediamo: com’è possibile non aver mai visto un incidente??!), un paesaggio mozzafiato,una vegetazione estremamente rigogliosa e la presenza di più religioni in uno stesso territorio.
Le sensazioni iniziali che abbiamo provato con il luogo e la realtà in senso ampio sono state le stesse con le quali ci siamo dovute confrontare al momento dell’incontro con le bimbe e con la vita stessa all’interno della Mihiri.
Un primo imbarazzo iniziale,seguito da uno “studiarsi” reciproco,imparare i vari nomi,capire chi si ha di fronte,conoscere i ritmi delle loro giornate. Una grande curiosità verso la storia,il vissuto di ciascuna bimba.
Questa prima settimana ci è voluta tutta per capire come gestire il lavoro che avremmo svolto con le ragazze. La difficoltà maggiore è stata la comunicazione dato che loro parlano cingalese, ma studiano anche l’inglese: questo ostacolo ha creato qualche “scenetta divertente”…ce la siamo cavata comunque “a gesti”,con un inglese un po’ improvvisato sia da parte nostra che da parte delle ragazze.
Al di là di questa minima difficoltà, la sensazione che abbiamo avuto tutte tre, è stata quella di aver ricevuto più di quello che abbiamo dato.
Di fronte a determinate situazioni siamo giunte alla conclusione che non saremmo mai riuscite a capire la realtà dello Sri Lanka finchè non fossimo riuscite a spogliarci degli schemi mentali con i quali siamo cresciute. Proprio questa consapevolezza ci ha portate, almeno ci abbiamo provato, a guardare le situazioni con occhi diversi, da una prospettiva alternativa rispetto a quella a cui siamo abituate.
Con le bambine tutte e tre ci siamo avvicinate in modo istintivo,senza pensare troppo a quelle che sono le loro “storie”,andando oltre il motivo della loro presenza alla Mihiri. Tutto ciò si è tradotto nell’aiutarle con i compiti e le tabelline, leggere favole in inglese, suonare il flauto, svolgere attività manuali, ballare e giocare a basket.
Ci siamo messe in gioco nel modo più naturale possibile e proprio questo nostro comportamento ha favorito un maggior avvicinamento delle ragazze a noi.
Il nostro intento, con queste poche righe, era quello di trasmettervi una vasta gamma di emozioni che probabilmente non si possono comprendere e catturare a pieno finchè un’esperienza talmente intensa come questa non la si vive in prima persona.
Grazie a questa possibilità abbiamo avuto la fortuna di poter conoscere un Paese meraviglioso e complicato,tutto da scoprire!
Laura, Savitha, Sara